Blog

Aspettare il treno a Roma sarà un piacere con Terrazza Termini

da Valentina Moretto, il 05 luglio 2016 | Aggiungi commento

A nessuno piace aspettare il treno, è normale. Soprattutto quando calcolate male distanze e tempistiche, ed arrivate in stazione troppo in anticipo, non sapendo esattamente come passare il tempo che vi separa dalla partenza del vostro treno. Non avete WiFi e siete già a corto di dati sul vostro piano mensile, non potete utilizzare troppo il vostro smartphone perché si sta per scaricare definitivamente, avete un certo languorino ma il distributore al binario è rotto e no, non vi è concesso neppure un sacchettino di patatine.

Beh, non vi preoccupate, le cose sono cambiate, almeno se siete in partenza dalla stazione di Roma Termini. Un’area lounge di ben 3.000 metri quadrati è infatti da oggi – anzi, da martedì scorso – a vostra disposizione con un’ampia offerta di negozi, bar, bistrot, ma soprattutto con un’eccezionale vista dall’alto dei binari, free WiFi e postazioni per ricaricare il vostro smartphone. Niente più malumori nei pressi della stazione ferroviaria più grande d’Italia con la nuova Terrazza Termini! Con il nobile intento di migliorare l’esperienza – e l’attesa – dei viaggiatori, anche il design è stato preso in grande considerazione: bianco, vetro e punti luce dominano l’innovativa area lounge, pensata in puro stile Made in Italy. Non poteva essere altrimenti data la città in cui è inserita, capitale d’Italia ed uno dei luoghi più affascinanti al mondo, meta tanto desiderata di milioni di turisti italiani e stranieri. Se pensate tuttavia sia finita qui, beh, vi sbagliate. Una seconda area di ulteriori 3.500 metri quadrati è infatti prevista entro la fine del 2017, anch’essa con un’incredibile offerta di tutto il necessario mentre si è in viaggio. Niente male, eh?

Aspettare il treno sarà un piacere con Terrazza Termini

Quindi no, d’ora in poi non avrete più motivo di lamentarvi se dovrete aspettare il treno nella stazione di Roma Termini. E sì, avete una ragione in più per progettare un weekend fuori porta nella città eterna. Sapete come fare, no?

3 libri da leggere in treno, con il treno come protagonista!

da Valentina Moretto, il 29 giugno 2016 | Aggiungi commento

Non esiste piacere maggiore che avere a disposizione del tempo per noi stessi, da dedicare solo a ciò che più ci piace. Ma come si fa quando si è in treno, in viaggio verso l’ufficio o verso quel fratello a cui vogliamo così bene ma che abita davvero troppo lontano? Beh, non è detto che questa situazione non possa tradursi in un piccolo momento di felicità. Complici il panorama che muta al di là del finestrino ed il ritmo ovattato del treno, non credete sia perfetto attendere l’arrivo a destinazione in compagnia di un buon libro? Noi abbiamo qualche suggerimento da darvi.

libri da leggere in treno

Assassinio sull’Orient Express – Agatha Christie

E non dite che è scontato, perchè un super classico come questo non smette mai di affascinare. Sarà perchè rimanda ad un tempo passato, ad un tragitto da Istanbul a Calais che non può che incantare, ad una tipologia di treno differente rispetto a quello a cui siamo abituati a prendere da bravi pendolari, così lussuoso e misterioso; sarà perchè siamo tutt’orecchi – o meglio, tutt’occhi – in attesa della risoluzione del caso da parte del celebre investigatore belga Poirot, ma una cosa è certa: leggere questo romanzo vi farà giungere a destinazione senza che ve ne accorgiate.

La ragazza del treno – Paula Hawkins

Rimaniamo nella sfera del mistero e dei fiati sospesi con un romanzo decisamente più contemporaneo e ci spostiamo a Londra, accomodandoci sul sedile accanto a Rachel, la sfortunata e solitaria protagonista del racconto che ogni mattina per lavoro prende lo stesso treno che la tragitta dalla periferia al centro della città. Il finestrino è il suo elemento preferito, attraverso cui osserva indisturbata il mondo e la vita degli altri. E’ un piacevole passatempo il suo. Ma una mattina Rachel vede qualcosa che non dovrebbe vedere. Oohh. Il seguito lo scoprirete da voi – non vogliamo di certo rovinarvi il divertimento.

Treno di notte per Lisbona – Pascal Mercier

Chissà perchè i treni sono spesso ispiratori di enigmi letterari. Ed è così che anche per il nostro ultimo suggerimento la tematica è il mistero. Stavolta il protagonista è un insegnante di Berna che un mattino, recandosi al lavoro, si imbatte in una donna che getta una lettera in acqua da un ponte. Spinto da uno spirito nobile, la trattiene pensando voglia suicidarsi. Di lei non sa nulla, se non che è portoghese. Ed è proprio in Portogallo, a Lisbona, che il prevedibile professor Gregorius decide improvvisamente di recarsi, abbandonando la sua stabile e rassicurante vita, e venendo travolto in un vortice di eventi davvero inaspettati. Voleva veramente buttarsi dal ponte la misteriosa donna portoghese?

Speriamo di aver così soddisfatto la vostra voglia di ispirazione letteraria. In caso contrario, niente panico – La Feltrinelli e IBS vengono in vostro soccorso con centinaia di ebooks da scaricare gratuitamente sul vostro tablet o smartphone. Tutto ciò che dovete fare è perciò connettervi alla rete WiFi a bordo del vostro treno Frecciarossa o Frecciargento, scegliere il titolo che preferite e procedere al download. Geniale, no?

In carrozza, si parte!

da Valentina Moretto, il 22 giugno 2016 | Aggiungi commento

viaggio in treno

«Tanto sono solo due ore» è probabilmente la frase più detta prima di prendere un aereo. L’avete pronunciata anche voi, ammettetelo. Eh sì, perchè la durata del tragitto la vedete bella in evidenza sul vostro schermo mentre vi accingete a prenotate quel volo che vi porterà a Roma, Parigi, Zurigo… – tutti si meritano un weekend fuori porta ogni tanto, no?

Ma siete davvero sicuri siano solo due ore? Perchè tra attese – dovete infatti presentarvi almeno un’ora prima rispetto all’orario del volo – code e controlli, le tempistiche si allungano. E non di poco. Senza considerare che in realtà quello è il tempo previsto per passare da un aeroporto ad un altro. E sappiamo tutti che gli aeroporti non sono propriamente al centro della città, nè di partenza nè di destinazione.

Rilassatevi. Prendete il treno.

Fortunatamente c’è un’alternativa – e per la gioia degli animi green, anche nettamente più efficiente dal punto di vista energetico rispetto ad un qualsiasi aereo. Tutto ciò che dovete fare è accomodarvi, godervi il panorama dal finestrino ed attendere l’arrivo – esattamente al centro cittadino. Nessun faticoso spostamento extra per giungere al cuore della città di destinazione. E senza considerare che a Roma, Parigi o Zurigo ci arriverete con almeno un’ora di sonno in corpo in più rispetto all’opzione aereo. Non vi sentite già più sollevati?

Dedicate il vostro tempo solo a ciò che più vi piace.

Dedicate il vostro tempo solo a ciò che più vi piace

Il tempo (e come lo si passa) è denaro, si sa. Perciò bando ai viaggi che impediscono di fare una chiamata alla dolce metà, organizzare una cena tra amici comodamente con una serie di messaggi, navigare sul web alla ricerca di informazioni utili sulla destinazione che si sta per raggiungere, o semplicemente aggiornare il proprio status su Facebook. Sentitevi liberi di dedicarvi a ciò che più vi piace, perchè in treno potete – sì, potete dedicarvi anche a quel file excel che dovete per forza completare prima di giungere a destinazione.

I biglietti del treno in pochi (veloci) click.

Il tempo è denaro. Come sopra. E noi di Captain Train lo sappiamo perfettamente. Cosa c’è di meglio che una piattaforma web e mobile, semplice da usare, super veloce e che in meno di un minuto vi dà la possibiltà di acquistare i biglietti del treno sia di Trenitalia che di Italo? (Senza contare il fatto che ti garantisce un servizio clienti davvero niente male) Click, click, fatto. O anche, tap, tap, fatto. Perciò preparate la valigia, liberate la memoria della macchina fotografica, mettete le cuffie e…

Acquista un biglietto

Captain Train alla conquista della Spagna con RENFE

da Andrea De Clementi, il 20 giugno 2016 | Un commento

map of spain with railway network

La Spagna

Ufficialmente Regno di Spagna, organizzato sotto forma di monarchia parlamentare. Superficie di 505.514 km2. Occupa l’84% della penisola iberica. 47 milioni di abitanti contando Julio Iglesias e Penelope Cruz. Meta estiva molto apprezzata dai turisti italiani. Celebre per le sue città costiere bagnate dalle acque del Mediterraneo, per la sangria e le tapas, la Spagna brilla anche per i suoi 16.000 km di strade ferrate, dove i treni ad alta velocità più appuntiti d’Europa sferragliano sugli scambi delle circa 1.900 stazioni del regno.

Hola RENFE

Oggi vi presentiamo la Spagna perché dopo lunghe discussioni con RENFE –  l’equivalente spagnolo di Trenitalia – siamo felici di annunciarvi che tutti i biglietti spagnoli sono oramai in vendita su Captain Train. Naturalmente ci sono anche le carte sconto (Joven, Dorada, +Renfe): se ne possedete una, potete quindi aggiungerla al vostro profilo passeggero, per ottenere le migliori tariffe quando acquistate un biglietto RENFE.

Più treni

Con l’arrivo di RENFE su Captain Train potrete smettere di aprire dodici siti diversi per cercare dei biglietti da Amburgo a Malaga. Ora per farlo c’è un’unica biglietteria: www.trainline.eu. La Spagna diventa il quarto paese europeo, dopo Italia, Francia e Germania, nel quale potrete utilizzare Captain Train ogni volta che avrete voglia di saltare sul primo convoglio che vi passa sotto il naso.

I treni RENFE

In Spagna, RNFE fa circolare diversi tipi di treni.

Treni a lunga percorrenza su linee ad alta velocità

picture of a spanish AVE train

Alle medie, i treni AVE hanno sofferto molto a causa della loro somiglianza con delle papere. Foto: M. Ortega

I treni che potreste incrociare se state viaggiando tra due città importanti.

  • AVE (Alta Velocidad Español), l’equivalente di un Frecciarossa. Circolano unicamente su linee ad alta velocità, a circa 300 km/h. Da non confondere con gli AVE Cesare, che circolavano a Roma fino al 44 a.C.
  • AV City (Alta Velocidad City), l’equivalente di un treno francese OUIGO, ma con un po’ meno rosa. Vale a dire un treno ad alta velocità senza prima classe.
  • Alvia, il più polivalente del gruppo, capace di percorrere sia linee ad alta velocità, sia linee tradizionali. I treni Alvia assomigliano agli AVE, con l’unica differenza che servono più stazioni.
  • Altaria, pensati per le lunghe distanze, nei giorni buoni possono raggiungere i 200 km/h.

Treni a lunga percorrenza su linee tradizionali

picture of a spanish euromed train on the seaside

Un treno EuroMed, a sud di Barcellona. Consigliamo i posti lato finestrino. Foto: M. González

I treni che potreste incrociare se passeggiate sulla costa, oppure nell’entroterra, tra due città di media grandezza.

  • EuroMed, un treno che assomiglia molto ad un Frecciarossa. Un Frecciarossa che finirà la sua giornata con una passeggiata in spiaggia, visto che l’EuroMed fa da collegamento tra Barcellona, Valencia e Alicante, lungo la costa del mediterraneo.
  • Talgo, un treno tuttofare, un po’ l’equivalente dei nostri Intercity.
  • Trenhotel, un treno il cui nome dà una vaga idea della sua funzione. I Trenhotel sono i treni notte spagnoli, nonché il motivo di molte vocazioni qui a Captain Train.
  • Intercity, l’equivalente dei nostri Intercity, perfino nel nome. Onestamente, avremmo preferito se si fossero chiamati Interciudades.

Treni a media percorrenza

I treni regionali, che circolano nelle 17 comunità autonome della Spagna.

  • Avant, treno regionale che circola su linee ad alta velocità, per  questo si crede un gradino sopra gli altri.
  • Regional e Regional Exprés, simili ai nostri Regionale e Regionale Veloce.
  • TRD (Tren Regional Diésel), l’equivalente spagnolo dei nostri treni regionali in servizio sulle linee non elettrificate.
  • MD (Media Distancia), una sorta di regionale un po’ più ambizioso. Se ne possono incontrare, ad esempio, viaggiando da Portbou a Barcellona.

Prendere il treno in Spagna

Prenotare un biglietto

Se desiderate viaggiare in treno in Spagna, vi consigliamo di prenotare il vostro biglietto in anticipo, esattamente come fareste con Trenitalia o Italo. Sulla maggior parte dei treni spagnoli avrete bisogno di una prenotazione.
I biglietti per i treni ad alta velocità vengono messi in vendita 90 giorni prima della data del viaggio. Per gli altri treni invece, i biglietti sono disponibili 62 giorni prima della data di partenza.
Come sempre, acquistare in anticipo si rivela vantaggioso: un biglietto Barcellona-Alicante acquistato con un po’ di anticipo vi costerà 18 €, contro i 40 € del biglietto acquistato la vigilia del viaggio.

Prima e seconda classe

Quando acquistate un biglietto RENFE potete scegliere se viaggiare in seconda classe (Turista) o in prima classe (Preferente). Se invece volete provare l’ebbrezza del lusso senza rovinarvi, sappiate che alcuni treni AVE offrono una seconda classe un po’ più accogliente (Turista Plus), che vi permette di viaggiare su dei sedili simili a quelli della prima classe.

Scegliere la tariffa migliore

Le tariffe RENFE assomigliano molto alle tariffe Trenitalia. La possibilità di modificare o annullare il vostro biglietto RENFE e le relative condizioni dipenderanno dal grado di flessibilità della vostra tariffa. Ve le presentiamo, dalla meno flessibile alla più flessibile:

  • Promo: corrisponde alla tariffa Super Economy di Trenitalia. Se volete annullare o modificare un biglietto Promo, vi è andata male: questi biglietti non sono né annullabili né modificabili.
  • Promo+: consente di modificare il biglietto prima della partenza con una trattenuta del 20% e di annullarlo, sempre prima della partenza, con una trattenuta del 30%.
  • Flexible: se volete modificare il vostro biglietto avete la strada spianata, dal momento che il cambio è gratuito prima della partenza del treno. L’annullamento del biglietto prima della partenza è possibile con una trattenuta del 5%.

Euro 2016: Captain Train vi porta in Francia!

da Andrea De Clementi, il 10 giugno 2016 | Aggiungi commento

Ci siamo, la tensione è alle stelle! Durante le settimane passate avete riempito il vostro album panini, avete analizzato tutte le squadre e studiato le possibili strategie, avete fatto pronostici nell’attesa dell’evento sportivo dell’anno. Finalmente, dopo tanta attesa, il momento è arrivato: Euro 2016 è cominciato!

La prima partita degli Azzurri si giocherà il 13 giugno a Lione, contro i Belgio. Seguiranno Italia-Svezia il 17 giugno a Tolosa e Italia-Irlanda il 22 giugno a Lille. A tutti coloro che hanno deciso di seguire la nazionale italiana in quest’avventura, che sia per una sola partita o per tutta la durata degli Europei, Captain Train consente di prenotare biglietti del treno a prezzi imbattibili. Qualche esempio? Se vi trovate già in Francia, per esempio a Parigi, potrete acquistare un biglietto per Lione a partire da 15 euro. Se Partite dall’Italia invece, potrete arrivare a Lione con soli 67 euro. Per viaggiare da Lione a Tolosa troverete biglietti a partire da 60 euro. E ancora, raggiungere Lille da Parigi sarà possibile a partire da soli 12 euro.

agli Europei con Captain Train

In treno? È meglio!

Se vi state chiedendo se sia davvero vantaggioso attraversare la Francia in treno, abbiamo qualche buona ragione da fornirvi.

Innanzitutto, eviterete le lunghe code ai controlli negli aeroporti, che in questo periodo saranno più congestionati che mai. E poi, siete davvero sicuri che vi farebbero passare con quelle facce dipinte di verde, bianco e rosso, le bandiere e gli inni da stadio? Viaggiando in treno non ci saranno attese all’imbarco, potrete viaggiare insieme ad altri tifosi, abbracciarvi, festeggiare ed esultare finché avrete voce. Per finire, cosa più importante, per qualsiasi problema o operazione post-vendita potrete sempre contattare il nostro servizio clienti rapido ed efficace.

Se le nostre argomentazioni vi hanno convinto, non vi resta che cliccare qui sotto per acquistare i vostri biglietti!

Prenota un biglietto

L’iscrizione obbligatoria è giunta al capolinea

da Andrea De Clementi, il 31 maggio 2016 | Aggiungi commento

open sign like the ones you find on shop doors sometimes.

Ci siamo, le porte sono aperte. Scettici dell’iscrizione obbligatoria, nemici dell’account, utenti occasionali e difensori dell’anonimato, oggi per voi sarà un giorno da ricordare.
A lungo ci avete comunicato la vostra disapprovazione nei confronti dell’iscrizione obbligatoria, che tanto abbiamo difeso fin dalla nascita del nostro sito. Ebbene, la vostra perseveranza viene oggi ripagata. Le vostre preghiere sono state finalmente ascoltate: da oggi non è più necessario creare un account per acquistare un biglietto su Captain Train.

Ma è mai possibile obbligare la gente ad iscriversi?

L’iscrizione obbligatoria è da sempre un soggetto piuttosto delicato, capace di dividere gli utenti in modo netto. Nel dibattito che vede contrapporsi i difensori dell’account ed i suoi più accaniti detrattori, le argomentazioni sono molte.

Per cominciare, l’iscrizione obbligatoria sembra contraddire quella ricerca della semplicità che da sempre rappresenta uno dei nostri principali obiettivi. I difensori dell’acquisto senza iscrizione vedono soltanto una contraddizione: come è possibile pensare di rendere l’acquisto dei biglietti del treno più semplice possibile aggiungendo un’inutile formulario di iscrizione ancora prima di cominciare?

Poi ci sono i pragmatici, quelli a cui non interessa utilizzare a tutti i costi l’ultimo sito alla moda, ma che al contrario vogliono provare e giudicare l’efficacia di un sito prima di fornire i propri dati. Costringerli ad iscriversi ancora prima di aver mostrato loro l’utilità del nostro sito equivale a perderli immediatamente.

Infine, le notizie che riguardano alcuni siti poco attenti alla sicurezza dei dati personali dei loro utenti non fanno che alimentare la diffidenza di alcuni clienti, i quali prima di fornire il loro indirizzo email ad un sito di e-commerce si aspettano di ricevere delle garanzie. Anche se non si ha una cattiva reputazione, le truffe commesse da alcuni siti contribuiscono a rendere sospetta qualsiasi richiesta di creazione di un account.

Apologia dell’account

servizio clienti personalizzato

Un punto a favore della registrazione obbligatoria: un servizio clienti personalizzato.

La registrazione obbligatoria è ciò che ci permetteva di memorizzare le informazioni di ciascun viaggiatore: il suo nome, le sue carte fedeltà, i suoi tragitti preferiti, i suoi passeggeri… insomma, tutte quelle informazioni che restano verosimilmente invariate tra un viaggio e l’altro. Tanto valeva quindi creare un account inserendo queste informazioni una volta per tutte, per risparmiare tempo le volte successive.

Inoltre, quando un cliente ci contattava chiedendoci aiuto, l’accesso al suo account ci consentiva di individuare rapidamente il suo problema, senza perdere tempo a chiedergli di precisare la sua identità, il codice di riferimento del suo biglietto, le ricerche effettuate, e tutte le altre lungaggini che caratterizzano un servizio clienti qualsiasi. Grazie allo storico delle interazioni con un cliente all’interno del suo account, gli scambi di email potevano rimanere estremamente limitati.

Nonostante fosse tanto detestata, a nostro modo di vedere l’iscrizione obbligatoria è stata fino ad oggi la scelta più efficace. Sapevamo che avremmo potuto fare meglio, ma non sapevamo ancora come. Abbiamo quindi deciso di ritornare al punto di partenza per cercare di dare vita ad una piattaforma accessibile a tutti. Dopo attente riflessioni, ne abbiamo ideato una nuova versione, il cui risultato è oggi visibile.

Benvenuti in un mondo senza registrazione

home page captain train

Lo scopo della nuova formula è semplice: permettere la ricerca e l’acquisto di un biglietto senza effettuare alcuna registrazione.

Con la nuova versione di Captain Train l’iscrizione diventa totalmente facoltativa. Si inizia con la ricerca di un biglietto e si arriva fino al pagamento senza che venga mai proposto di creare un account, noleggiare un’auto, firmare una petizione, richiedere un prestito immobiliare o scoprire un metodo rapido per guadagnare facilmente senza nemmeno uscire di casa.

Naturalmente la registrazione a Captain Train rimane possibile, ma viene proposta soltanto al termine dell’acquisto, vale a dire una volta che il nostro sito ha fatto il suo dovere.

Visita la nostra nuova home page

E il mio account?

Con la nostra nuova homepage permettiamo agli utenti più pragmatici di farsi un’idea del nostro sito. Se un’opinione ce l’avete già ed avete già anche un account Captain Train, allora per voi non cambia assolutamente nulla.

Il sito che avete sempre conosciuto resta accessibile dietro il tasto «Accedi». Abbiamo lasciato tutto com’era, non manca nemmeno un pixel.

Dimostrazione con Gianni

ricerca

Gianni cerca il suo biglietto nella home page del sito.

risultati

Gianni seleziona il suo biglietto (viaggia volentieri in seconda classe, ma preferisce il TGV).

dettagli

Gianni inserisce tutti i dati richiesti per l’emissione del biglietto.

riepilogo

Gianni verifica che sia tutto a posto prima di pagare il biglietto.

pagamento

Gianni paga il suo biglietto con la carta di credito.

conferma pagamento

Il pagamento di Gianni è andato a buon fine.

ordine

Nella pagina di conferma dell’ordine, Gianni ritrova tutti i dettagli del suo biglietto.

 

Piacere, Captain Train

da Andrea De Clementi, il 17 maggio 2016 | Un commento

Siete in tanti a scriverci ogni giorno per chiederci assistenza o informazioni su Captain Train. Leggendo i vostri messaggi ci capita talvolta di imbatterci in qualche malinteso: alcuni di voi pensano che Captain Train sia una giovane compagnia ferroviaria, qualcun altro invece pensa che con noi potrà avere uno sconto sul prezzo del biglietto, altri ancora ci chiedono di organizzare il viaggio per loro.

Questi messaggi ci hanno fatto riflettere sul fatto che, nonostante Captain Train sia arrivato in Italia ormai da diversi mesi, non abbiamo ancora dedicato un momento a presentarci come si deve. Cerchiamo quindi di rimediare raccontandovi la nostra storia, sperando che vi aiuti a capire meglio chi siamo e quale sia il nostro ruolo nel mondo del trasporto ferroviario.

ricerca

Il nostro obiettivo è semplificare l’acquisto di biglietti del treno.

Tutto ebbe inizio con… una condanna

Nel 2009 la compagnia ferroviaria francese SNCF venne condannata dall’Autorità francese della concorrenza per aver impedito alle agenzie di viaggio di vendere i suoi biglietti online. Fino a quel momento infatti, SNCF gestiva l’intera vendita online dei propri biglietti dalla sua succursale voyages-sncf.com.
Pochi giorni dopo la sentenza, tre giovani sviluppatori (Jean-Daniel Guyot, Martin Ottenwaelter e Valentin Surrel) presero la palla al balzo e decisero di fondare una startup che chiamarono Captain Train.
Dopo un primo periodo di negoziazioni, Captain Train riuscì finalmente ad accedere al sistema di prenotazione di SNCF e nel marzo 2011 i primi utenti vennero invitati a testare la piattaforma. Poco più di un anno dopo, nel maggio 2012, venne firmato un contratto con la compagnia tedesca Deutsche Bahn. Da lì in poi, la crescita fu continua. Oggi su Captain  Train è possibile acquistare i biglietti di 14 compagnie ferroviarie europee, tra cui Italo e Trenitalia. Gli utenti registrati sono circa 1,5 milioni e ogni giorno vengono acquistati oltre 5.000 biglietti del treno.

La ragione? È semplice!

A questo punto vi starete giustamente chiedendo quale sia lo scopo di tutto ciò. Era davvero necessario creare una nuova piattaforma per acquistare biglietti del treno? La nostra risposta è si, perché era diventato troppo difficile.
Fin dall’inizio infatti l’obiettivo di Captain Train è stato vendere biglietti del treno al miglior prezzo e nel modo più semplice e veloce possibile. Come prima cosa abbiamo quindi deciso di escludere tutto ciò che non riguardasse i biglietti del treno. Niente pubblicità, niente funzionalità superflue, niente hotel o noleggio auto: solo biglietti del treno. Poi abbiamo creato un motore di ricerca in grado di comparare le tariffe delle diverse compagnie ferroviarie e trovare sempre il prezzo più basso, in modo che non dobbiate farlo voi passando da un sito all’altro. Infine abbiamo dotato la nostra piattaforma di una memoria infallibile, in grado di ricordare tutte le informazioni dei passeggeri e le vostre carte fedeltà, in modo che non dobbiate inserirle ad ogni acquisto.
Queste ed altre funzionalità ci hanno permesso di avvicinarci molto al nostro obiettivo. Su quale altro sito o app potete acquistare biglietti del treno in meno di un minuto?

darjeeling-limited-train

Prima di Captain Train acquistare un biglietto del treno poteva essere una vera battaglia.

C’è sempre qualcosa dietro

Dietro Captain Train c’è un team di 60 persone con qualcosa in comune: tutti quanti amiamo viaggiare in treno. Siamo i primi ad acquistare biglietti del treno, conosciamo bene le difficoltà che ciò può comportare e per questo crediamo molto nell’importanza di ciò che facciamo. Se ci credete anche voi, allora dovreste dare un’occhiata alle nostre offerte di lavoro (se dopo averle lette aveste ancora qualche piccolo dubbio, sappiate che abbiamo degli uffici bellissimi e un barbecue e che dopo pranzo potrete sempre scegliere tra calcetto, ping-pong o Mario Kart).

Ecco finalmente spiegato in modo chiaro chi siamo e cosa facciamo. Resteranno delusi coloro che cercano nelle stazioni un treno col nostro logo sopra, ma crediamo che chiunque debba acquistare un biglietto del treno sarà felice di fare la nostra conoscenza.

Facebook